Aboliamo i Consorzi di Bonifica, Picano (FdI): “Vicino ai gruppi e comitati, Enti inutili”

Gabriele Picano Cassino

L’ Avv. Gabriele Picano vicepresidente provinciale di Fratelli d’Italia e Responsabile Regionale del Dipartimento Aziende in Crisi si unisce nella battaglia contro il costituendo consorzio unico di bonifica insieme ai gruppi e comitati “Aboliamo i consorzi di bonifica” di Sora, isola del Liri, Pescosolido, Atina, Pontecorvo, Fontechiari, Castelliri, Terra nostra, Arpino. in una crisi economica senza precedenti non possiamo più mantenere strutture che pesano assai sul bilancio regionale e soprattutto sui cittadini le cui competenze possono essere tranquillamente date ai Comuni. La fusione dei tre consorzi della Provincia di Frosinone sta diventando sempre più ferraginosa la cui unificazione è prevista nella primavera del 2023. I pesanti debiti accumulati nel corso degli anni dal Consorzio Valle del Liri stanno innegabilmente costringendo la governance a porre in essere un piano di risanamento. La conseguenza è che i consorziati sono destinati di numerosi bollette che di questi tempi non sono in grado di fronteggiare. Al riguardo diversi Comuni tra cui Atina, Pescosolido e altri hanno chiesto alla Regione Lazio di uscire dal perimetro di contribuenza per non pagare mai più. La Giunta Zingaretti non ha preso alcuna determinazione a queste delibere comunali lasciando tutto nel dimenticatoio. Mi appello pertanto ai consiglieri regionali Giancarlo Righini e Chiara Colosimo di verificare tale inerzia della Regione Lazio in quanto nel passato alcuni Comuni tra cui San Donato Vall di Comino, Gallinari, Settefrati, Vicalvi e Alvito non sono mai entrati perimetro di contribuenza più Terelle che ne è uscito nel 1991 con delibera comunale approvata dalla Regione Lazio, facendo risparmiare moltissimo ai singoli utenti e consorziati, non pagando nemmeno un euro.
Sabato partecipero’ all’iniziativa promossa dai comitati presso il bocciodromo di Arce alle ore 15 contro la costituzione del superconsorzio unico.
Comunicato stampa

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *